Close

Gian Giacomo Francia

L’Italia napoleonica vedeva decollare la carriera di Gian Giacomo Francia (Cella Monte, 8 aprile 1773 – 5 novembre 1858): il funzionario aristocratico monferrino √® stato procuratore imperiale al dipartimento di Trasimeno, consigliere di corte imperiale a Genova,  barone dell’Impero (1812). Francia, impicciato ai tumulti filo-francesi a Torino (1796) e poi rifugiato politico a Novi Ligure, scese sul campo di battaglia a Genova (1797) insieme ai volontari rivoluzionari e scrisse l’inno per l’albero della libert√† collocato (11 dicembre 1798) a Casale Monferrato. 

Condividi il lemma sui tuoi social

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp