Close

Louis Alexandre Berthier

La battaglia di Marengo sconquassava l’agro di Fraschéta: l’esercito austriaco, sminuito dalla controffensiva gestita dal Generale francese Louis Alexandre Berthier (Versailles, 20 novembre 1753 –Bamberg, 1° giugno 1815) ferito al braccio destro sul campo di battaglia, arretrava sul rio Fontanone. L’ufficiale militare (Capo di Stato Maggiore, Ministro di Guerra per il Consolato, Maresciallo dell’Impero), devoto a Napoleone e cosiddetto “la moglie dell’Imperatore”, scrisse il dossier solenne sulla battaglia poi tradotto nell’idioma solito ai territori occupati dal Generalissimo còrso. “Figlio mio, desidero che voi facciate tradurre in italiano la relazione di Berthier; ciò può servire per istruire gli allievi alla Scuola Militare. Vostro affezionato Nap”. La lettera (26 maggio 1806) di Napoleone Bonaparte a Eugene de Beauharnais (figlio di Josephine) avviava l’iter: il letterato Ugo Foscolo, ufficiale all’Armata napoleonica, gradiva l’onere dal Ministro Maria Augusto Caffarelli già delegato dal viceré d’Italia.

Condividi il lemma sui tuoi social

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp